27 APPASSIONATI, 27 UOMINI

I soci del Club sono ventisette: ognuno di essi rappresenta un’opera del Maestro secondo un criterio che il Club stesso si è dato, criterio, del tutto soggettivo, secondo il quale non vengono presi in considerazione i rifacimenti di alcune opere che Giuseppe Verdi effettuò nel corso della sua lunga attività. In particolare non consideriamo “opere autonome”, anche se pubblicate con diverso titolo, “Jerusalem” e “Aroldo” rispettivamente riproposizioni di “Lombardi alla prima crociata” e “Stiffelio”. Includiamo, invece, fra le opere liriche, la Messa da Requiem che consideriamo un capolavoro assoluto. Ogni socio assume il titolo dell’opera reso disponibile, per motivi diversi, da un socio precedente e se lo mantiene fino a quando non uscirà dall’Associazione.